LA FONDIARIA

copertina_fondiariaIntorno agli anni Settanta dell’Ottocento, grazie a una notevole circolazione di capitali in Europa, molte compagnie di assicurazione guardavano oltre i propri confini nazionali per espandere la propria operatività all’estero. Le compagnie francesi, in particolare, guardavano alla città di Firenze, una delle poche nel panorama italiano che non poteva vantare la presenza di una grande compagnia assicuratrice. Fu la compagnia La Foncière, fondata nel 1877 a Parigi, che partecipò attivamente con i propri capitali alla creazione, nella città toscana, de La Fondiaria Assicurazioni.

Nata il 15 gennaio 1879 a opera di alcuni esponenti della nobiltà fiorentina, poté contare su un consistente capitale sociale di 40 milioni di lire, suddiviso tra gli azionisti italiani e quelli francesi. Complessivamente le azioni detenute dai soci francesi costituivano il 55% dell’intero capitale sociale della Fondiaria. La creazione di questa società fu un notevole passo in avanti dopo un periodo che, per Firenze, era stato molto particolare: dal 1865, infatti, la città fu interessata dal cosiddetto “risanamento” del tessuto urbano cittadino, che le fece cambiare completamente volto.

Le attività della compagnia furono da subito molto floride: dopo un anno erano in attività 78 agenzie generali e 386 agenzie particolari e i capitali assicurati si attestavano a quasi trecento milioni di lire.